Harry

Lingua di suocera oppure Sansevieria laurentii

180323_MP_PR_LOGO_006.jpg
IMG_6314.JPEG
190114_mp-ornaris_048.jpg

Nomi buffi: dall'Asparago del funzionario alla Lingua di suocera 

Le lunghe foglie appuntite hanno dato alla Sansevieria molti nomi comuni. Per esempio, Canapa d’arco o Lingua di suocera. Canapa d’arco, perché le corde dell’arco sono fatte con le fibre stabili della pianta. Il perché sia chiamata anche «Lingua di suocera» invece è un mistero per noi. Ma sul serio. La Sansevieria ha altri nomi divertenti. Ad esempio, nelle zone di lingua tedesca si chiama Asparago del funzionario, Pianta di baionetta e Pianta del Macellaio. Nelle zone anglofone è chiamata anche Spada di San Giorgio, nei paesi francofoni Pianta del serpente. In Cina è conosciuta come l'Orchidea coda di tigre, in Turchia come Spada del Pascià, nei Paesi Bassi e nelle Fiandre come Lingua femminile e in Russia come Coda di luccio. Ma comunque: le Sansevierie sono molto fashion. Questo vale anche per la nostra pianta per maschi «Harry».

La Sansevieria «Harry» ama la luce, il sole e aria secca 

Poiché la Sansevieria «Harry» è una pianta del deserto dell'Africa occidentale, ama un luogo luminoso e soleggiato. Può anche adattarsi a un luogo più ombreggiato, ma lì cresce molto più lentamente.

 

Attenzione alle correnti d'aria. Questo può causare problemi alle piante, soprattutto in inverno. È quindi meglio non mettere «Harry» dietro le finestre permeabili e quelle spesso utilizzate per aerare. Se si colloca la pianta in un luogo con meno luce solare per un po' di tempo, bisogna fare attenzione a non metterla subito al sole quando la si sposta, ma ad abituarla lentamente.

 

Inoltre: come pianta del deserto, la Sansevieria preferisce la bassa umidità e non tollera molto bene l'aria umida. Inoltre, ha bisogno di una temperatura ambiente minima di 15 gradi.

La Sansevieria «Harry» è piuttosto idrofoba 

Buone notizie per tutti coloro che NON hanno il pollice verde. Perché non c'è pianta d'appartamento più facile da curare della Sansevieria «Harry». Perdona quasi tutti gli errori di cura ed è quindi estremamente popolare. Poiché appartiene alle piante grasse e immagazzina molta acqua nelle sue foglie, dev’essere annaffiata con molta parsimonia. E se lo fate, dovreste sempre innaffiarla direttamente sul terreno. Se l'acqua si mette tra le foglie, la pianta inizia a marcire. La temperatura ideale è compresa tra i 21 e i 24 gradi, ma la Sansevieria può tollerare fino a 30 gradi. Allora ha bisogno di un po' più di acqua. Ma attenzione: annaffiate solo quando il terreno è completamente asciutto. La pianta sopravvive meglio a lunghi periodi di siccità che all'eccesso di acqua. Quindi non è un problema se dimenticate completamente «Harry» o se andate in vacanza per due settimane.

mae.18.004_Bilder10.jpg

Sansevieria «Harry» – messa in scena individualmente o in gruppo 

Le Sansevierie - piantate in contenitori attraenti – sono delle piante di tendenza. Erano già popolari nel 1950-1970. Poi l'interesse calò. Ma con il ritorno dello stile rétro, sono di nuovo alla moda. Non solo come pianta individuale. Perché con diversi vasi di Sansevieria affiancati, è possibile creare uno schermo verde per la privacy - ad esempio sul posto di lavoro.

 

 

Ma le Sansevierie non sono solo decorative. Perché le loro fibre vegetali hanno dimostrato di essere così stabili da essere state coltivate come piante utili. Ancora oggi queste fibre sono utilizzate come materia prima per spaghi, corde o funi, per tappeti, cappelli e vestiti - e persino per archi. Quest'ultimo spiega anche come è nato il nome di Canapa d’arco.

Ordina ora online

Männerpflanze.ch
powered by Fleurop

Förliwiesenstrasse 4

8602 Wangen b. Dübendorf

Tel. 044 751 82 85

contact@maennerpflanze.ch

Iscriversi alla newsletter
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icon

© Testi in cooperazione con blumenbuero.de

© 2018 by Fleurop.ch